Si inaugura il 27 gennaio a Villacidro, presso il Museo MAGMMA la mostra  “BialaPodlaska n. 55930”, i disegni dal lager di Walter Lazzaro.


In occasione della Giornata della Memoria, venerdì 27 gennaio alle 16.30 nel Museo d’arte grafica del Mediterraneo Marchionni (nella Casa Santi Anna e Gioacchino, in via San Gavino a Villacidro) sarà inaugurata la mostra “BialaPodlaska n. 55930”.
L’esposizione raccoglie i disegni realizzati dall’artista Walter Lazzaro (1914-1989), il pittore metafisico amato da De Chirico, durante il periodo d’internamento avvenuto in Polonia tra il1943 e il 1944, prima nel lager BialaPodlaska (con il numero di matricola 55930) e poi in quello NürbergLangwasser.

L’esposizione è una sorta di diario per immaginidi quei giorni, quando Lazzaro, spesso nella penombra e con mezzi di fortuna come avanzi di matita o di gessetti, tratteggiava la desolazione e l’orrore per un’umanità annientata e senza più diritti.
Una testimonianza preziosa, ma anche un monito affinché tragedie come quelle dell’Olocausto non si ripetano mai più, che è stata posta al pari di altre grandi opere di guerra come “Guernica” di Picasso, “Disastri della guerra” di Goya, o i quadri della Shoah di Anton Zoran Music.
Disegni dalla potenza dirompente, che fanno parte della grande mostra allestita a Roma, nel Chiostro del Bramante,  il 10 dicembre 2014 con il titolo  “Lo stupore del silenzio”, un’antologia dedicata alle opere di Walter Lazzaro in occasione del  centenario della nascita.
L’inaugurazione della mostra sarà preceduta, la mattina, da un laboratorio sulla storia di Walter Lazzaro nei lager. Saranno coinvolti i ragazzi della 4^ A del liceoclassico di Villacidro, impegnati in un corso sull’accoglienza e la guida museale nell’ambito di un progetto di Alternanza scuola- lavoro.

Walter Lazzaro fu internato nel lager di BialaPodlaksa insieme agli altri Granatieri di Sardegna, di stanza in Macedonia. Apparteneva a quelle migliaia di soldati arrestati poiché considerati traditori di Hitler dal momento che, dopo l’8 settembre 1943, non aderirono più né alle SS né alla Repubblica Sociale.
La mostra sarà visitabile sino al 26 febbraio, tutti i giorni dalle 16 alle 19.


Informazioni: www.museomagmma.it/


Con il contributo della Fondazione di Sardegna e il patrocinio di: Regione autonoma della Sardegna, Centro culturale di alta formazione, Archivio Galleria Lazzaro, Comune di Villacidro.


 

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo l'utente accetta l'uso dei cookies sul dispositivo. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra pagina dedicata alla privacy policy.

  Accetto i cookies per questo sito.
EU Cookie Directive Module Information