Gli interventi e le iniziative destinati al sostegno sociale messi in atto dalla Fondazione di Sardegna sono indirizzati ad attività socio-assistenziali e di beneficenza, con la finalità di soddisfare i bisogni collettivi e individuali attraverso i valori della solidarietà, nel rispetto dei principi e del metodo della mutualità, senza finalità speculativa. Fra questi emergono progetti rivolti alla tutela, all’assistenza materiale e morale, al sostegno ed al pieno reinserimento sociale delle categoria più deboli, con specifico riguardo agli anziani, ai soggetti con disabilità fisica o mentale, nonché ai minori in situazioni di disagio a “rischio di devianza”. Nell’anno appena trascorso gli interventi nel settore Volontariato, filantropia e beneficienza sono stati 260 per complessivi euro 2.994.260,00.
All’interno di questo ambito rientrano i progetti strategici denominati “Spesa Solidale" e “Cottura sociale” indirizzati a sostenere le persone in stato di bisogno nel contrastare la povertà alimentare. La Fondazione di Sardegna, in collaborazione con le associazioni di volontariato, le Parrocchie, la Caritas e il Banco alimentare ha dato vita ad un circolo virtuoso della solidarietà per fronteggiare, sull’intero territorio isolano, quella che è oramai diventata una emergenza sociale. L’acquisto di beni di primaria importanza quali il cibo, la distribuzione dei pasti, l’aiuto alle famiglie in situazioni di disagio a pagare le utenze domestiche sono le attività principali di questa iniziativa.

Oltre queste azioni di sostegno diretto vi sono quelle indirizzate alla associazioni che operano sul territorio e a cui le persone indigenti e in difficoltà fanno riferimento.
E’ questo il caso dell’Associazione Banco Alimentare della Sardegna onlus che, che pur operando dal 1996, è stata costituita ufficialmente il 10 giugno del 2001 e opera sostanzialmente attraverso due strutture, una delle quali a Selargius e l'altra nella zona industriale di Muros. Il Banco Alimentare, provvede in particolare: alla raccolta delle eccedenze di produzioni agricole, dell'industria alimentare, della grande distribuzione e della ristorazione organizzata; alla raccolta di generi alimentari presso i centri della grande distribuzione nel corso della giornata nazionale della colletta alimentare; alla ridistribuzione ad enti che si occupano di assistenza e di aiuto ai poveri, agli emarginati e, in generale, a tutte le persone in stato di bisogno. Nel Nord Sardegna le attività si svolgono all'interno di un magazzino sito nella zona industriale di Muros, che da oltre dieci anni, è stato generosamente concesso in comodato d'uso gratuito dall’ imprenditore Alberto Cellino. Alla fine del 2014, il proprietario ha deciso di vendere il magazzino, che l'Associazione ha deciso di acquistare. Per questo si è attivata per cercare le risorse finanziarie necessarie, trovando grande disponibilità da parte della Fondazione di Sardegna da cui sono arrivate risposte concrete.


Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo l'utente accetta l'uso dei cookies sul dispositivo. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra pagina dedicata alla privacy policy.

  Accetto i cookies per questo sito.
EU Cookie Directive Module Information