Figuras3Mostre

Sarà presentato mercoledì 31 maggio alle 11, in una conferenza stampa aperta al pubblico che si terrà nella sala Milella dell'Università degli Studi di Sassari, il progetto espositivo Figuras3Mostre,un'iniziativa dell'Associazione Ogros-fotografi associati.
Le immagini che compongo le tre mostre, che saranno allestite a partire da giovedì 8 giugno all'interno del suggestivo spazio dell'ex Biblioteca Universitaria, toccano il tema della carcerazione con L’Urlo, una Riabilitazione Impossibile, un lavoro di Marco Ceraglia; raccontano il mondo della migrazione sarda contemporanea con Migrazioni-I Sardi nel mondo, sintesi di una documentazione realizzata da Antonio Mannu su questa materia; rievocano professioni e pratiche ormai quasi scomparse con Mestieri di Salvatore Eligio Masala, una selezione di fotografie realizzate a Sassari e nei suoi dintorni negli anni 70 e 80.
John Berger, indagatore del mondo delle immagini e dell'ambito fotografico in particolare, ha scritto, in un capitolo del suo Sul Guardare intitolato Usi della Fotografia, che “la memoria implica un atto di redenzione. Ciò che viene ricordato è stato salvato dall'annullamento. Ciò che viene dimenticato è stato abbandonato." E' proprio l'idea di dar vita, attraverso le immagini, ad una memoria di storie, di luoghi, di gesti ed azioni, di spazi ormai vuoti e mutati, di vite vissute, che accomuna questi tre diversi lavori fotografici.
La proposta di Marco Ceraglia nasce da una ricerca sul carcere e la detenzione, lavoro costruito in diversi anni, realizzato con la collaborazione del Ministero dell'Interno, dell'Amministrazione Penitenziaria e il sostegno dei direttori che l'autore ha incontrato durante lo sviluppo di questa indagine. Il progetto prende le mosse dall'esigenza di segnalare pubblicamente una questione centrale e complessa per l'universo della detenzione, riassunta in questo quesito: l'istituzione carceraria, per come è concepita e messa in atto, è una via efficace e percorribile per la riabilitazione e il recupero delle persone che hanno commesso reati? La documentazione fotografica è stata realizzata nelle colonie penali di Mamone, Isili ed Is Arenas e, dopo la loro dismissione, nel carcere sassarese di San Sebastiano e a Cagliari a Buoncammino;
Migrazioni-I Sardi nel mondo raccoglie una selezione di scatti realizzati da Antonio Mannu nell'ambito del progetto Migrazioni – in viaggio verso i migranti di Sardegna, ricerca sulla migrazione sarda portata avanti dall'Associazione Ogros. Il proposito è raccontare la migrazione sarda contemporanea dando voce, in prima persona, ai suoi protagonisti, con l'obiettivo di conoscere, attraverso i loro racconti, le esperienze di chi ha lasciato l'isola, provando a comprendere come è mutato il loro rapporto con la terra d'origine, indagando insieme il senso d’identità, il modo in cui questo si esprime e si trasforma nei luoghi del mondo, come cambia, evolve o si annulla il sentimento di appartenenza. Nell'arco di oltre sei anni di lavoro, sono state raccolte le testimonianze di più di 170 persone, incontrate in 21 paesi diversi. Le fotografie raccontano la vita ed il lavoro di persone nate in Sardegna, o con origini nell'isola, si tratta di immagini ambientate e ritratti concepiti senza alcuna sceneggiatura, eseguiti accompagnando i soggetti nella loro quotidianità, un lavoro lento, che si pone nell'ottica del rispetto, cercando di evitare gli eccessi autoriali, rifuggendo dalle incursioni rapide in territori spesso delicati.
Mestieri mette in mostra l'opera appassionata di Salvatore Eligio Masala dedicata alla sua città e al circondario, ad un mondo, oggi quasi scomparso, fatto di artigiani, agricoltori, cavallanti, venditori e commercianti. Un progetto fotografico nato dalla fascinazione dell'autore per questi ambiti lavorativi, dall'attenzione per le loro peculiarità, da un sentimento di necessità e di testimonianza: costruire una memoria, dando vita ad una documentazione storica, registrando, in maniera diretta, classica ed onesta, la realtà e le condizioni di quel mondo. Intenzione guida dell'autore quella di generare un segno improntato al concetto di informazione, non necessariamente ad una particolare inquadratura esteticamente suggestiva.

Figuras3Mostre fa parte della rassegna espositiva Figuras, un'iniziativa sostenuta dalla Fondazione di Sardegna, realizzata in collaborazione con l'Associazione Sarditudine di Palau.
La mostra ha il sostegno del Comune di Sassari, dell'Ateneo turritano, di Comunica, Sidernet e Visual E.
Sarà aperta tutti i giorni, da lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18 e 45. Sabato dalle 16 alle 18 e 45. Chiusura domenicale.

Per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 3458873748

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo l'utente accetta l'uso dei cookies sul dispositivo. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra pagina dedicata alla privacy policy.

  Accetto i cookies per questo sito.
EU Cookie Directive Module Information