SAN SPERATE (CA)
DAL 29 SETTEMBRE AL 1 OTTOBRE 2017

Omaggio alle arti visive e performative ispirato all’eredità
artistica e filosofica di Pinuccio Sciola.

Ci vorrebbe una festa
Come quella che si fa ai Santi … La festa di Sant’Arte
L’unica festa del calendario da festeggiare tutti i giorni dell’anno
Perché è l’unica festa che salva l’uomo dall’appiattimento mentale!

Con queste parole Pinuccio Sciola celebrava l’Arte in tutte le sue forme, auspicando che potesse divenire parte integrante nella vita quotidiana di ogni persona. Arte come linguaggio universale, capace di favorire lo sviluppo del pensiero critico, capace di abbattere i confini geografici e mentali.
A un anno dalla sua scomparsa, quasi come fossero semi, le parole di Sciola germogliano trovando terreno fertile a San Sperate, paese natale dell’artista e luogo in cui ha costantemente portato avanti il suo progetto di vita e di arte, mettendo in relazione tra loro le sue opere, le persone e la Natura.
Dal 29 settembre al 1 ottobre 2017, a San Sperate si svolgerà il Festival di Sant’Arte, preludio alla prima edizione del 2018.

Un progetto che la Fondazione Sciola, costituita pochi mesi dopo la scomparsa dell’artista, vuole realizzare per portare avanti la divulgazione della ricerca artistica di Pinuccio Sciola, in linea con gli obiettivi del proprio statuto, grazie al contributo della Fondazione di Sardegna, del Comune di San Sperate, di Sardex Spa, e di tanti altri operatori, con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, dell’Università di Cagliari, dell’Accademia di Belle Arti di Brera e dell’Ard&NT Institute.

In questi tre giorni San Sperate, già Paese Museo dal 1968, ripercorrendo i passi della rivoluzione culturale e sociale che Sciola ha iniziato tra i primi in Sardegna, diventerà una fucina di sperimentazione artistica attraverso la messa in scena di molteplici spettacoli dal vivo, in cui i nuovi linguaggi espressivi si fonderanno con forme di interazione tra artisti e spettatori, che diventeranno parte attiva dei progetti.
Strade, piazze e case saranno il cuore pulsante della manifestazione, ospitando tavole rotonde, dibattiti, laboratori, performances, progetti site specific, proiezioni, mostre, spettacoli, concerti e readings.

Tanti gli artisti (oltre cento) che hanno risposto con entusiasmo alla chiamata per Sant’Arte, da tutta la Sardegna e oltemare.
L’intento è di creare nel tempo un appuntamento annuale che sia momento di riflessione teorico-critica sul nuovo scenario dell’arte contemporanea; opportunità di dialogo e scambio con altre realtà territoriali e altri contesti sociali.

Sito internet:
www.santarte.it
mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo l'utente accetta l'uso dei cookies sul dispositivo. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra pagina dedicata alla privacy policy.

  Accetto i cookies per questo sito.
EU Cookie Directive Module Information