Safressada (Il Segreto)

L’Assessorato alla cultura del Comune di Sassari in collaborazione con la Fondazione di Sardegna, in occasione della Cavalcata Sarda, presenta un progetto di arte pubblica da installare nel prospetto e all’interno della sede della Fondazione di Sardegna di Sassari.


opera di Pietruccia Bassu
testo di Mariolina Cosseddu
supporto organizzativo: Associazione SI FA COSI' 2.0
si potrà visionare l’opera dal 18 al 23 maggio 2017
orari: 10/13 - 15/20 esclusa domenica
ingresso libero 
Fondazione di Sardegna via C. Alberto, 7 Sassari

Safressada (Il Segreto) è un ricamo della memoria, è una ragnatela che lega madre e figlia che si trasmettono, di generazione in generazione, un sapere antico e un valore familiare.
Pietruccia Bassu l’ha ideata e realizzata come fedele riproduzione di una sovraccoperta che sua madre aveva tessuto prima di andare sposa e condotta con se nella nuova dimora. Con un filo di raffia sintetica, nel colore che evoca le accensioni cromatiche della tradizione dell’isola, su un supporto di rete metallica, Pietruccia Bassu rivive, nelle stanze della casa della nonna materna, la storia di una collettività, l’abilità di un fare antico che produce la bellezza di orditi senza tempo. Mentre tesse con sua madre invecchiata e le donne del vicinato il simulacro di un arazzo che può essere sviluppato nel tempo in una tela infinita, ricostruisce il tessuto di una cultura e delle dinamiche che ne regolano i rapporti.
Come una scrittura altamente simbolica, l’arazzo di Pietruccia Bassu intreccia trame di ricordi, di storie del focolare, di echi lontani mentre preme, sull’andamento del lavoro, la realtà di nuovi gesti e nuove voci. Quelle che si possono ascoltare nelle registrazioni rubate nelle chiacchiere durante il procedere della tessitura. Voci che raccontano la quotidianità filtrata dalle puntate di uno sceneggiato televisivo vissuto come le vicende che accadono dietro l’angolo di casa (il segreto).
Ma l’occasionalità di quei racconti, l’artificiosa leggerezza della raffia, le maglie larghe della tessitura dichiarano l’impossibilità a recuperare la solida compattezza di un vissuto che si allenta nell’inconsistenza della realtà contemporanea. (Mariolina Cosseddu)

Pietruccia Bassu è  diplomata presso l’Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” di Sassari. Impegnata a diffondere l’idea di arte contemporanea come archivio e memoria storica, utilizza idee e oggetti dall’alto contenuto simbolico che nelle sue opere assumono valenze estetiche e concettuali nuove.


Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo l'utente accetta l'uso dei cookies sul dispositivo. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra pagina dedicata alla privacy policy.

  Accetto i cookies per questo sito.
EU Cookie Directive Module Information