Faq

FAQ 2017

Quali settori di intervento sono a bando?

Per il 2017 i settori di intervento che la Fondazione di Sardegna mette a bando sono:

•    Arte, attività e beni culturali
•    Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa
•    Volontariato, filantropia e beneficenza
•    Sviluppo locale e edilizia popolare locale

Il Settore Ricerca Scientifica e Tecnologica sarà supportato con apposite convenzioni stipulate con gli atenei sardi.
Non è quindi possibile presentare domanda in questo settore.


Per l’annualità 2017 non sono previsti Bandi Pluriennali

La Fondazione esamina le richieste di contributo che non rientrano in uno dei settori di intervento?
No. L'iniziativa o il progetto devono rientrare obbligatoriamente nei settori di intervento prescelti dalla Fondazione.

Esiste una scadenza per la presentazione delle richieste di contributo?
Le domande potranno essere presentate, attenendosi scrupolosamente alle indicazioni contenute nei Bandi medesimi, a partire dal 5 ottobre e sino a tutto il 10 novembre 2016.

E’ possibile presentare più richieste per lo stesso Bando?
Si, è possibile presentare fino a tre diversi progetti. Non è invece possibile presentare lo stesso progetto in settori differenti.

Una richiesta di contributo già presentata negli anni precedenti può essere ripresentata?
Si: non è preclusa la possibilità di presentare un progetto già proposto alla Fondazione in passato, finanziato o  meno.
Non può essere presentata la richiesta di  un progetto già accolto nei bandi pluriennali del 2016

Esiste una modulistica standard da utilizzare per presentare la richiesta?
Non è disponibile modulistica cartacea. E’ necessario utilizzare il sistema ROL (Richieste online) che consente di compilare la richiesta esclusivamente in formato digitale.
Si prega di verificare i termini e le scadenze del bando prima di procedere all’inserimento di una richiesta di contributo.

Come devono essere inviate le domande?
Per prima cosa è necessario consultare il sito della Fondazione e verificare le scadenze per la presentazione delle domande e i regolamenti dei singoli Bandi. Poi si può procedere alla compilazione dell’istanza utilizzando il servizio ROL- Richieste Online, disponibile nel sito della  Fondazione di Sardegna, seguendo le istruzioni per la compilazione.

Chi può  presentare richiesta di contributo
Possono presentare richiesta:
-    i soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro, dotati di personalità giuridica, nonché le imprese strumentali costituite ai sensi dell'art. 1, comma 1, lett. h) del d.lgs. 17 maggio 1999, n. 153;
-    le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991 n. 381;
-    le imprese sociali di cui al d.lgs. 24 marzo 2006 n.155;
-    le cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero;
-    altri soggetti di carattere privato senza scopo di lucro, privi di personalità giuridica, che promuovono lo sviluppo economico o perseguono scopi di utilità sociale.
È necessario che tali soggetti:
-    siano organizzati e formalmente costituiti per atto pubblico o registrato o per scrittura privata autenticata;
-    operino stabilmente nel settore e comprovino le loro competenze, esperienze e professionalità al fine di garantire la realizzazione e la sostenibilità del progetto;
-    evidenzino una capacità di progettazione e programmazione coerente con l’orizzonte realizzativo ipotizzato.

Possono presentare richiesta anche soggetti non aventi sede in Sardegna?
Si,  ma i progetti oggetto della richiesta debbono essere realizzati prevalentemente nel territorio di riferimento della Fondazione.

Quali sono i criteri di riferimento nella scelta dei singoli progetti da finanziare?
I criteri generali utilizzati in fase di selezione saranno quelli espressamente indicati nei Bandi.

È obbligatorio dare un titolo o un nome al progetto o all'iniziativa per cui si chiede il contributo?
Si, si  deve assegnare un titolo al progetto o all'iniziativa che descriva in maniera concisa l'oggetto della richiesta per individuare meglio il tipo di istanza presentata (es. Festival …; Mostra…; Pubblicazione… etc.)

È obbligatorio indicare il Codice Fiscale e/o la Partita IVA?
Si, l'organizzazione richiedente deve essere in possesso di un proprio specifico Codice Fiscale.
La Partita IVA dell'organizzazione richiedente si deve inserire solo nel caso l’Ente ne sia in possesso.

Se ad inoltrare la richiesta di contributo è un'organizzazione, può indicare il Codice Fiscale del Presidente o del Legale Rappresentante?
No, l'organizzazione che richiede un contributo deve essere in possesso di un proprio specifico Codice Fiscale.

Cosa si intende per "Riconoscimento Giuridico"?
È l'atto di un Ente pubblico (Decreto del Presidente della Repubblica, Delibera di Giunta Regionale, Regio Decreto, Decreto Legislativo, Legge e simili) con cui è riconosciuta la personalità giuridica "pubblica” o “privata" di un'organizzazione. La costituzione mediante atto notarile non è un atto di Riconoscimento della personalità giuridica.

Sono previsti importi minimi e massimi nella richiesta di contributo?
Gli eventuali limiti di importo vengono determinati di volta in volta e precisati nei singoli Bandi.

Come vanno compilati i dati economico - finanziari?
La Fondazione è interessata a conoscere l'incidenza del costo globale del progetto e delle voci di spesa. Si dovranno indicare, pertanto, gli importi lordi comprensivi di IVA, qualora  l’Ente richiedente  NON possa detrarre l’imposta, ovvero al netto dell’IVA, nel caso in cui  l’Ente richiedente possa detrarla. 

Quali sono  le voci di spesa non sostenibili con il contributo della  Fondazione?
•    Non sono finanziabili, a meno che non necessarie per la realizzazione  dell’iniziativa, le spese ordinarie sostenute per il funzionamento generale dell’Associazione  o dell’ente (affitti locali, energia elettrica, canoni telefonici…), l’acquisto di attrezzature informatiche
•    Non sono ammesse a finanziamento le spese per l’acquisto di automezzi, i compensi per organi di amministrazione e di controllo degli organismi beneficiari, le spese per manutenzioni di collezioni librarie o artistiche, le spese di rappresentanza.

Si riporta il dettaglio delle voci di spesa, presente nel piano finanziario della procedura ROL
con indicazione delle spese non sostenibili con il contributo della Fondazione:  

 Tipologia  Non ammesse  Descrizione
Acquisti   Manutenzioni e riparazioni
Acquisti   Traduzioni
Acquisti   Pubblicità
Acquisti            * Gadget/regali
Acquisti   Attrezzature informatiche (strettamente indispensabili per il progetto)
Acquisti            *  Attrezzature informatiche(non indispensabili per il progetto)
 Acquisti   Libri, riviste, materiale didattico
 Acquisti   Cancelleria
 Acquisti   Materiali di consumo
 Acquisti           * Mezzi di trasporto (automezzi/ambulanze/altro)
 Acquisti   Attrezzature non informatiche
 Acquisti    Mobili/arredi
 Acquisti   Spese sanitarie/mediche
 Acquisti   Servizi fotografici/riprese video
 Acquisti   Acquisti spazi su mass media
 Acquisti   Servizio catering
 Acquisti             * Assicurazioni varie
 Acquisti   Assicurazioni infortunistiche (escluse ex lex)
Acquisti   Assistenza informatica
Acquisti   Elaborazione grafica e stampa (brochure, locandine e inviti)
Acquisti   Servizi di ospitalità e ricreative
Acquisti   Sostegno bisogni primari
Acquisti   Noleggio attrezzature
Acquisti   Trasferte - Spese trasporto/acquisti biglietti viaggio
Spese generali e di funzionamento              * SIAE
Spese generali e di funzionamento              * Utenze (telefoniche, energetiche e simili)
Spese generali e di funzionamento              * Spese di segreteria
Spese generali e di funzionamento   Spese di manutenzione e riparazione
Spese generali e di funzionamento   Utilizzo mezzi di trasporto (con schede carburante)
Spese generali e di funzionamento              * Pulizie
Spese generali e di funzionamento              * Canone di locazione
Spese generali e di funzionamento              * Spese postali/bancarie
Personale   Consulenze
Personale   Servizi guida e accompagnamento turistici
Personale   Premi
Personale               * Docenza interna
Personale   Borse lavoro
Personale   Personale dipendente (strutturato)
Personale   Borse di studio
Personale   Collaboratori esterni
Personale   Cachet artisti (non dipendenti)
Personale   Rimborsi spese
Personale   giovani in tirocinio
Personale   Contratto personale a tempo determinato per il progetto
Personale   Formazione
Personale   Progettazione
Personale   Ospitalità
Immobili   Progettazione
Immobili   Impiantistica (acquisto materiale, manodopera)
 Immobili   Edilizia (acquisto materiale, manodopera)
     

 
* Spese non  sostenibili con il contributo della Fondazione.

Cosa si intende per partner?
Sono da intendersi quei soggetti che, condividendo l’idea progettuale,  offrono un apporto per il conseguimento  dell’iniziativa e  vi partecipano mettendo a disposizione o la propria organizzazione ed il proprio know-how e/o un sostegno finanziario.
Il rapporto di partenariato dovrà essere normato da un’apposita convenzione e/o protocollo di intesa.
Un partner che contribuisce finanziariamente al progetto è da intendersi anche come co-finanziatore dello stesso.

Cosa è la Convenzione UEPE (Ufficio esecuzione penale) citata nel Bando Volontariato?
L'accordo è volto a promuovere azioni concordi di sensibilizzazione nei confronti della comunità locale rispetto al sostegno e al reinserimento di persone in esecuzione penale; favorire la conoscenza e lo sviluppo di attività riparative a forme della collettività e la costruzione di una rete di risorse che accolgano i soggetti ammessi a misura alternativa o alla sospensione del procedimento con messa alla prova che hanno aderito ad un progetto riparativo.

Cosa si intende per Co-finanziamento?
Il co-finanziamento è costituito dai fondi, diversi dal contributo, che l’organizzazione rende disponibili per la realizzazione del progetto.  Deve essere indicato tra le voci in entrata che l’organizzazione prevede di utilizzare per coprire i costi del progetto.
Il co-finanziamento può provenire da mezzi propri dell'organizzazione proponente oppure essere sostenuto da un ente co-finanziatore esterno, pubblico o privato.

Il cofinanziamento è sempre obbligatorio per partecipare ai Bandi?
La presenza di co-finanziatori è strettamente legata al settore di intervento. Per il 2017  è  obbligatorio un cofinanziamento non inferiore  al  30 %  del totale del progetto; questa limitazione non si applica al settore volontariato.

Le ore/lavoro del personale dedicato al progetto possono essere ammesse a titolo di co-finanziamento?
Si può intendere per cofinanziamento anche la quota parte di lavoro dipendente del soggetto richiedente il contributo o di altri soggetti partner nel progetto; questa forma di cofinanziamento è da inserire nell’apposita sezione Mezzi Propri presente nella procedura di richiesta on line ROL.

Nella richiesta di contributo sono indicati dei cofinanziamenti previsti e successivamente non accordati. Come comportarsi?
Il valore del progetto dove rimanere invariato pertanto si dovrà coprire la differenza con altre fonti di finanziamento o mezzi propri (escluso bando Volontariato). Qualora questo non fosse possibile è dovuto presentare alla Fondazione una  istanza di rimodulazione del piano finanziario, riducendo o eliminando alcune voci di spesa, senza che questo alteri l’efficacia del progetto. La rimodulazione proposta dovrà essere autorizzata dalla Fondazione.

Quali sono le modalità di accredito del contributo?
In caso di erogazione di un contributo la Fondazione di Sardegna effettua esclusivamente  pagamenti tramite bonifico su conto corrente intestato all’organizzazione beneficiaria del contributo, non sona ammesse altre modalità di liquidazione, pertanto è necessario che l'organizzazione abbia un conto a sé intestato.   

Si può  richiedere l’erogazione del contributo sul conto del legale rappresentante?
No, il conto deve essere necessariamente intestato all’Ente richiedente.

Che cosa significa deducibilità fiscale?
Si riferisce alla facoltà data alla Fondazione di poter detrarre dal reddito imponibile o dall’imposta il contributo erogato a determinati  Enti. A tale fine l’Ente beneficiario del contributo deve indicare gli estremi normativi che consentono, alla Fondazione, la deduzione e/o la detrazione (esempi: articolo 10 del Testo Unico delle Imposte Dirette, articolo 13 bis del Testo Unico delle Imposte Dirette, Leggi Regionali…)

Sono proprio necessarie le firme da apporre nell’ estratto prodotto dalla procedura ROL, che dovrà essere inviato alla fondazione nei termini indicati nel Bando? 
Sì, è obbligatorio firmare il documento in ogni sua parte:
• La tutela dei dati personali e il consenso al trattamento degli stessi;
• La presa d'atto degli adempimenti in caso di concessione di un contributo;
• L'assoggettabilità alla ritenuta di acconto IRES;
• La deducibilità fiscale dei contributi erogati;
•    La dichiarazione di impegno a produrre la documentazione integrativa su richiesta da parte della Fondazione di Sardegna;
•    La sottoscrizione generale del modulo di richiesta di contributo.

Le copie dei documenti devono essere autenticate?
No, non è necessario; è opportuno che il legale rappresentante dell'organizzazione dichiari la loro conformità ai documenti originali.

Quando si applica la ritenuta IRES del 4%?
Una fonte di entrata per gli enti non profit è rappresentata dai contributi pubblici e privati, che generalmente sono erogati per realizzare uno specifico progetto, per acquistare un bene strumentale o semplicemente per finanziare l’attività sociale dell’ente. In relazione a tali contributi si pone il problema della loro imposizione fiscale, se siano soggetti a tassazione e in particolare se l’ente erogante debba o meno applicare la ritenuta alla fonte del 4% di cui all’art. 28, comma 2 del DPR. 600/73. In estrema sintesi sono ritenuti soggetti imponibili tutte le organizzazioni non profit che svolgono attività commerciale anche se in modo occasionale, ivi compresa, ad esempio, la vendita di biglietti di ingresso. Per ulteriori approfondimenti si invita a consultare il testo completo del DPR. 600/73.


Compilazione richieste on line:

Come si accede al Servizio di Compilazione On Line?

•    Effettuare l’accesso all’area ROL della Fondazione.
•    Utenti già registrati: inserire le credenziali di cui si è già in possesso
•    Nuovi utenti: effettuare la registrazione indicando un nome utente (username), una password  e un indirizzo di posta elettronica attivo (non può essere utilizzato un indirizzo di posta precedentemente registrato e quindi legato ad un altro account).
È possibile accedere quante volte si vuole in tempistiche differenti e salvare i dati inseriti per un successivo accesso.

ATTENZIONE: conservare SEMPRE username e password, saranno necessarie per accedere, compilare, modificare le proprie richieste di contributo. Nel caso si smarrisca la password effettuare la procedura per il recupero o contattare l’assistenza clienti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
       
Un utente registrato, che ha già presentato richiesta di contributo in passato, deve registrarsi nuovamente per presentare la nuova domanda?
No, la registrazione è sempre valida. Se non si riesce ad accedere di nuovo (per es. perché hai scordato la password...) contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cosa fare se si dimentica la password?
Si deve seguire la procedura di recupero password nella maschera di accesso al ROL.

Quali sono i documenti obbligatori da allegare?
E’ obbligatorio caricare in formato pdf nell’apposita sezione del modulo online i seguenti documenti (non obbligatorio per gli Enti Pubblici):
•    Atto Costitutivo dell’Ente richiedente il contributo
•    Fotocopia del documento di identità del Legale Rappresentante dell’Ente

Cosa si deve fare una volta compilata la domanda con il sistema ROL?
Dopo aver concluso la compilazione della richiesta è necessario:
1. Salvare i dati
2. Controllare con il pulsante Verifica Richiesta che la domanda sia compilata in ogni sua parte e che la procedura non dia segnalazione di errore
3. Effettuare la stampa di prova e controllare la domanda con la massima attenzione
4. Procedere alla stampa definitiva premendo il pulsante Stampa e Invia (N.B.:  una volta effettuata questa operazione i dati non saranno più modificabili)
5. Dopo aver premuto Stampa e Invia sarà visualizzata una schermata da cui si potrà scaricare il file PDF della vostra richiesta
6. Stampare su carta il documento
7. Sottoscrivere fisicamente il documento in ogni sua parte

Il documento firmato in originale dal legale rappresentante dell’ente richiedente deve essere scansionato e inviato via email all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questa casella di posta deve essere utilizzata solo ed esclusivamente per l’invio del documento finale.

oppure trasmesso  in originale, mediante raccomandata, a Fondazione di Sardegna, Via Carlo Alberto 7, 07100 Sassari, entro la data del 11 novembre 2016.

Una volta effettuata l'operazione, i dati perverranno alla Fondazione e la richiesta inizierà il suo percorso istruttorio.

Per informazioni e per assistenza contattare il numero 0792067800  attivo  dal lunedì al giovedì, dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 17.30,
il venerdì dalle 9.30 alle 13.00 oppure scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Cause di inammissibilità della richiesta:
La mancanza dei seguenti requisiti comporta l’automatica esclusione della domanda:
•    domanda presentata su modulistica diversa da quella prevista
•    incompletezza dei dati richiesti dal modulo
•    richiesta priva della firma del legale rappresentante
•    ritardo rispetto alla scadenza prevista nel Bando

VISUALIZZA E SCARICA I BANDI 2017

ACCEDI ALL'AREA RICHIESTE ONLINE (R.O.L.)

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo l'utente accetta l'uso dei cookies sul dispositivo. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra pagina dedicata alla privacy policy.

  Accetto i cookies per questo sito.
EU Cookie Directive Module Information