Nel perseguire il proprio impegno istituzionale nel rispetto dei principi della trasparenza, della non discriminazione e dando rilievo alla valenza sociale, culturale ed economica delle iniziative, la Fondazione ha adottato, con delibera del Comitato di Indirizzo del 28 febbraio 2018, il Codice Etico, strumento che consente di rivolgersi a tutti i soggetti interessati per condividere la propria missione e il sistema dei principi e dei valori di trasparenza e chiarezza e centralità del territorio che orienta lo svolgimento della propria attività istituzionale e il proprio modello comportamentale nei vari ambiti di intervento.

Il Comitato Garante del Codice Etico

Il Comitato Garante del Codice Etico dura in carica quattro anni ed è composto da tre membri, scelti tra persone esterne alla Fondazione dotate di comprovati requisiti di competenza, di specchiata moralità e di probità indiscussa, con le seguenti funzioni: vigilare sull’osservanza, sull’attuazione e sull’adeguatezza del Codice; effettuare indagini in merito alle notizie di violazione del Codice e comunicare gli esiti per l’adozione di eventuali provvedimenti sanzionatori; fornire chiarimenti relativi all’interpretazione delle norme del Codice.

Il Comitato Garante del Codice Etico è composto da:

- Cristiano Cincotti
- Alessandro Deiana
- Margherita Satta